Clicky

eToro: ecco come imparare velocemente ad usarlo

Muovere i primi passi nel trading online, ad esempio con eToro, non significa solo apprendere i concetti base della finanza.

Non è sufficiente studiare gli indicatori e l’analisi tecnica o familiarizzare con il glossario.

Investire nei mercati finanziari vuol dire innanzitutto imparare a sfruttare gli strumenti a propria disposizione.


Ecco perché il primo step è sempre riferito alla scelta del broker da utilizzare, per investire i propri capitali e, scegliere tra le tante offerte sul mercato, non è affatto semplice.

Occorre considerare l’affidabilità della piattaforma, la sicurezza, i costi di gestione e la facilità di utilizzo. Quest’ultimo aspetto è il più trascurato dai trader alle prime armi.


Chi non ha tanta dimestichezza con indici e grafici tenderà spesso a scegliere un broker senza leggerne feed e recensioni, trascurando i costi di gestione.

Il risultato sarà quasi sempre quello di dover affrontare costi ingenti che incideranno sulla redditività delle operazioni.

Un’interfaccia grafica sovente troppo complicata, poco intuitiva che tenderà inevitabilmente a confondere le idee del trader.

Piattaforma eToro


eToro, da questo punto di vista, rappresenta una delle opzioni migliori.

E’ piattaforma seria, affidabile e globalmente riconosciuta, dashboard dalla grafica semplice ed intuitiva.

I costi sono accessibili e vi sono tante opzioni che vedremo nel dettaglio.


Questo, però, non significa che il trader non debba approfondire la materia!

Parliamo pur sempre di un ambito tecnico che richiede un minimo di preparazione.

Per quanto facile da usare, ogni piattaforma di trading online va studiata per familiarizzare con gli strumenti e con il funzionamento dei mercati su cui si intende investire.


Ecco perché occorre imparare velocemente a sfruttare le potenzialità offerte dalla nostra piattaforma di trading (App per comprare azioni).

Significa affrontare i primi investimenti con tutti gli strumenti cognitivi per orientarsi facilmente tra le opportunità di investimento più adatte al nostro profilo.
Abbiamo predisposto una piccola guida, un vademecum che possa fungere da canovaccio per accompagnare i neofiti nell’ambiente virtuale di eToro.

In questo modo potranno orizzontarsi facilmente ed evitare i classici errori dei principianti.

eToro accedi

Il primo passo è quello di scaricare l’App eToro ed installarla sul proprio device (eToro login).

L’operazione è semplice e veloce perché l’applicazione, pur completa di tutto ciò che occorre.

Risulta ideata per essere leggera e girare velocemente sui dispositivi, grazie ad un’interfaccia dallo stile minimal che aiuta a tenere ogni cosa sotto controllo.

  • 0% commissioni
  • Regolamentata CySec
  • Deposito minimo 50$
vai al broker

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria


Non occorre nessun deposito per cominciare ad utilizzare il classico conto DEMO!

La piattaforma ci fornirà un budget iniziale di monete virtuali, così da iniziare ad imparare l’utilizzo degli strumenti, leggere i grafici, fare i primi investimenti e verificarne l’esito.

Il conto DEMO è utile anche per fare back testing sugli asset monitorati (eToro demo).

Si potrà studiarne il loro comportamento e acquistarli solo dopo aver elaborato una strategia.


Naturalmente non investiremo soldi veri e le operazioni compite nel conto demo non genereranno guadagni o perdite. Solo quando ci si sentirà pronti, si potrà effettuare il deposito minimo di 50 euro.

Quindi accederemo al conto reale ed inizieremo ad investire concretamente il nostro denaro.

Licenze e autorizzazioni eToro

eToro è un broker regolarmente licenziato dalla CySec, quindi abilitato ad operare in Europa e aderisce ai principali circuiti internazionali dei pagamenti.

Ragion per cui i depositi e i prelievi potranno essere effettuati tramite carta di credito o debito, bonifico bancario, attraverso PayPal (partner etoro).


Non sono previsti costi di ricarica né commissioni.

Per i prelievi verrà applicata una commissione fissa di 5 dollari indipendentemente dall’ammontare della somma prelevata.
I traders eToro avranno accesso ai principali mercati finanziari per investire in titoli azionari, in ETF, in indici e commodities, etoro criptovalute e in CFD e nel Forex.


Con Etoro openbook si potrà quotidianamente vedere il riepilogo dei principali mover e l’andamento degli indici, oltre che del proprio portafoglio.

Si potrà quindi iniziare la ricerca e selezionare il tipo di mercato desiderato.

Saranno altresì disponibile la lista dei preferiti che comprenderà i titoli monitorati ma il trader potrà in ogni momento creare le proprie liste.

I titoli caldi

Una funzione importantissima è quella dei consensi.

I titoli sexy verranno indicati in un’apposita lista con le raccomandazioni degli analisti più importanti ed autorevoli.
Una volta scelto il titolo si potrà visualizzare il grafico (a linee, montagne, barre o candele giapponesi).

SI potrà monitorare il suo andamento, impostare il time frame e disegnare il pattern scegliendo tra moltissimi indicatori tecnici.

Chi ha già qualche nozione di analisi tecnica, potrà inserire, separatamente o sovrapponendoli, l’indice stocastico, le medie mobili, le bande di Bollinger e tanti altri strumenti.


Il consueto consiglio per i principianti è quello di studiare un indicatore per volta e di evitare di appesantire i grafici con tanti dati di cui si ignora il significato.

Si produrrà solo l’effetto di confondersi e perdersi nella messe di dati.

Copy Trader opinioni

E qui che eToro segna un punto a suo favore!

Per coloro che avessero difficoltà di gestione delle operazioni o per chi avesse poco tempo a disposizione, è disponibile lo strumento del copy trading.
Il broker seleziona i top investors scelti tra i trader, anche professionisti, che rispettano i requisiti richiesti per diventare un “generatore di segnali di tarding”.

A quel punto potremo scegliere chi e quanti copy trader copiare, impostare l’importo desiderato partendo da un minimo di 200 dollari e replicare fedelmente il portafoglio di questi ultimi.

I segnali di trading

Anche gli altri trader potranno copiarci ma affinché i follower generino guadagni, è necessario iscriversi ed essere selezionati per il programma Popular Investors.


A riprova dell’approccio innovativo ed olistico di eToro, occorre considerare che l’intera piattaforma è stata concepita come un network.

Sarà possibile copiare le strategie altrui, imparando sempre di più, ma interagendo costantemente con tutti per offrire una valutazione sui top investors (copy trading opinioni).

Ci si potrà scambiare consigli, notizie e feed.


I neofiti farebbero bene a considerare questo approccio come un’opportunità importante.

Non sempre, infatti, risulta facile orientarsi tra notizie, aggiornamenti, calendario economico e report.


A tal proposito, nella pagina riepilogativa di ogni asset, troviamo le principali notizie di carattere micro e macro economico.

Quasi sempre sono in inglese così come per i feed lasciati dagli altri utenti.

Per questi ultimi esiste, comunque, un comodo traduttore a margine dei commenti.

Come investire concretamente

Passiamo alla pratica.

Una volta individuato l’asset su cui investire, poniamo una coppia di valute nel Forex, la piattaforma ci fornirà la quotazione attuale, e i prezzi ask e bid.

eToro, infatti, non applica commissioni sulle transazioni (etoro cfds).

Nel caso del Forex e delle criptovalute, prevede lo spread e le commissioni overnight ma sono molto contenute.


Occorre, però, considerare che il prezzo di acquisto è sempre più alto di quello di mercato.

E’ questa differenza che genera il guadagno della piattaforma.

Se non effettuiamo una corretta analisi del trend, il rischio è quello di acquistare il titolo ad un prezzo che non raggiungerà il livello necessario a generare un guadagno e ci ritroveremo con un’operazione dall’esito incerto.

Impostare il trading automatico


Ora, uno dei primi strumenti con cui sarebbe bene familiarizzare fin dall’inizio, è quello del trading automatico relativo allo Stop Loss e al Take Profit.
I trader esperti sanno bene che una strategia vincente si basa sullo studio del titolo ma anche sulla definizione delle aspettative; una volta stabilito cosa ci aspettiamo dal nostro investimento, dovremo considerare che, raggiunto quel prezzo, dovremo vendere ottenendo il guadagno preventivato. Aspettare troppo sperando che il trend continui a salire, può significare perdere denaro in caso di repentina variazione dei prezzi.

Nelle impostazioni di eToro sarà possibile impostare il Take Profit, cioè il prezzo al quale la piattaforma liquiderà automaticamente l’investimento; la stessa cosa avverrà con lo Stop Loss, cioè il prezzo al di sotto del quale la piattaforma liquiderà l’asset, anche se in perdita ma in modo da limitare i danni. Lodevole la possibilità di adeguamento automatico dello Stop quando il mercato entra in una fase favorevole, considerando che ben pochi broker offrono quest’utile opportunità.


Resta salva la possibilità di impostare un alert, un messaggio che avvisa il trader quando il prezzo raggiunge il livello preimpostato; questa opzione è particolarmente utile a chi vuole gestire al momento ogni decisione in periodi di alta volatilità dei mercati.

Investire in CFD


Un’altra importante opzione su eToro, è quella di negoziare un CFD, vale a dire un contratto per differenza, un titolo derivato da un sottostante; in pratica con i cfd non si acquista direttamente il titolo ma uno strumento dal quale si pensa di ottenere un guadagno sulla differenza tra il prezzo di apertura e quello di chiusura. Il vantaggio consiste nel fatto che, con questo tipo di strumento, si può investire sia dalla previsione di crescita che di diminuzione del titolo di riferimento.


Nella schermata di riepilogo, sarà inoltre possibile investire nel mercato delle materie prime dove troveremo le principali commodities e i relativi futures, oppure gli ETF, questi ultimi particolarmente ambiti da chi non vuole affrontare elevati costi di gestione ma cerca uno strumento bilanciato il cui funzionamento è definito a gestione passiva, cioè cercano di replicare l’andamento di un indice di riferimento, ma vengono contrattati con la stessa facilità con cui si opera con le azioni.


Infine, il mercato delle criptovalute che, rispetto ai broker di istituti finanziari, rappresenta un importante tratto distintivo; eToro, infatti, consente di accedere ad un paniere di circa 80 cripto monete e di cfd sulle stesse.
Una volta aperta la posizione desiderata, sarà possibile monitorare l’andamento dell’investimento non solo attraverso il grafico, ma anche dall’indicatore P/L, vale a dire l’indice profitti e perdite, sia sul singolo asset che sull’intero portafoglio.


Nel caso di diversificazione degli investimenti, avremo comunque i grafici a torte per controllare l’incidenza di ogni asset sul totale, e il capitale disponibile residuo; utile, infine, il riepilogo della cronologia e degli ordini immessi.

I profili di rischio in eToro


eToro, come broker, è particolarmente attento alla tutela degli investitori e al rispetto della normativa per cui, nella pagina di accesso, troveremo i rimandi al profilo di rischio: ogni utente della piattaforma otterrà un punteggio da 1 a 10, all’aumentare del quale corrisponderà un profilo rischio più elevato ed è un dato particolarmente utile per analizzare l’andamento del proprio portafoglio ed intervenire, se necessario, con i dovuti correttivi.


La stessa attenzione è riscontrabile negli avvisi sui derivati, poiché il broker avvisa l’utente che tali strumenti comportano un elevato rischio e le statistiche corrispondenti riportano una percentuale altissima di operazioni in perdita.


eToro, rispetto al passato, ha migliorato notevolmente la procedura di registrazione e verifica dei documenti richiesti, e altrettanto per quel che concerne gli eventuali prelievi.
In passato, le principali critiche rivolte al broker, riguardavano proprio questi argomenti: iter lungo e complesso di gestione dell’upload della documentazione richiesta per l’iscrizione e difficoltà burocratiche e lungaggini nel completare la richiesta di prelievo.


Oggi nessuna traccia di questi problemi: così come avviene per i depositi, che avvengono praticamente in tempo reale (basta cliccare l’apposita voce nella pagina iniziale e in pochi secondi il conto viene caricato), altrettanto avviene per i prelievi che richiedono, a seconda della destinazione, soltanto poche ore per essere portati a termine.

  • 0% commissioni
  • Regolamentata CySec
  • Deposito minimo 50$
vai al broker

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria

eToro opinioni

Insomma, il successo riscontrato da E Toro come migliore app per investire appare del tutto meritato e la facilità con cui ci si orizzonta nell’ambiente digitale lo rende uno strumento adatto praticamente ad ogni profilo di investitore.


Seguendo le indicazioni basilari che abbiamo fornito, iniziare ad investire sarà alla portata di chiunque; resta, a nostro avviso, necessario considerare che il trading non è un gioco e che occorre un minimo di esperienza prima di iniziare ad investire capitali più consistenti, ragion per cui sarebbe opportuno iniziare sempre con piccole somme.


La regola principale, infatti, è quella di non investire somme che non ci si può permettere di perdere, in considerazione del fatto che l’andamento dei mercati dipende da troppi fattori per poter essere sempre prevedibile, e non sempre il comportamento degli investitori risponde a criteri predeterminabili.


Un piccolo appunto riguarda quello che non può essere definito un vero e proprio difetto ma una peculiarità di cui si dovrà tenere conto: la ricerca delle azioni non terrà conto dei mercati o dei paesi di riferimento, vale a dire sarà possibile effettuare una ricerca sul singolo titolo e non sull’indice di riferimento e questo presuppone una conoscenza di base dei titoli su cui si intende investire altrimenti occorre affidarsi esclusivamente alle opportunità segnalate dai segnali di trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.